ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Al fine di rispondere alla crescente domanda da parte della Società, di abilità e competenze di livello superiore, la missione generale dell'Istituto Mazzini, è di innalzare, anche attraverso Progetti di Alternanza Scuola Lavoro, gli standard di qualità e il livello dei risultati di apprendimento, consentendo ai giovani di inserirsi con successo nel mondo del lavoro.

L’Alternanza Scuola Lavoro è una metodologia didattica in cui il giovane sviluppa competenze attraverso l’esperienza in contesti operativi.Tali esperienze forniscono allo studente l’opportunità di utilizzare, in situazioni concrete, un insieme strutturato di conoscenze e di abilità acquisite in vari contesti di apprendimento (formale, non formale o informale), e di sviluppare parallelamentecompetenze,che integrano quelle scolastiche,e sono volte a realizzare il profilo educativo, culturale e professionale del percorso di studi.

I percorsi di Alternanza Scuola Lavoro si attuano nel secondo biennio e nell'ultimo anno del percorso di studi, per una durata complessiva di almeno 200 ore nel triennio.


Gli ambiti in cui svolgere l’esperienza in classe III^ sono in particolare rivolti ai bambini, all’infanzia e alla disabilità o altri ambiti del terzo settore; per la classe IV^: ordini professionali, ovvero i musei e gli altri istituti pubblici e privati operanti nei settori del patrimonio e delle attività culturali, artistiche e musicali, nonché con enti che svolgono attività afferenti al patrimonio ambientale o con enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI. Per la classe V^ i Percorsi di ASL si attueranno in contesti quali Imprese ed Aziende, mirando all’approfondimento/potenziamento delle Lingue straniere (Inglese e Spagnolo) o dell’ambito giuridico - economico, in linea con il profilo educativo, culturale e professionale del Percorso di studi Liceo delle Scienze Umane-opz. Economico Sociale. 

 
La Certificazione delle Competenze sviluppate attraverso la metodologia dell’Alternanza deve essere acquisita entro la data dello scrutinio di ammissione agli Esami di Stato ed è inserita nel curriculum dello studente. La valutazione di tali competenze concorre alla determinazione del voto di profitto delle discipline coinvolte nell’esperienza di Alternanza e, inoltre, del voto di Condotta, partecipando all’attribuzione del Credito Scolastico.