scarica la brochure in PDF

Trasferimenti d’Istituto “in entrata”

In ogni situazione di trasferimento, i Nostro Istituto considera l’accoglienza dei nuovi studenti un’attività molto importante per far sì che ognuno si senta fin da subito protagonista del proprio processo formativo o del nuovo percorso intrapreso.
Da subito i nostri docenti metteranno in atto una serie di attività strutturate secondo uno specifico percorso, da realizzarsi entro la prima settimana di scuola e finalizzate all’inclusione, alla rimotivazione, al benessere psicologico in quanto la serenità risultano obiettivi primari e presupposti indispensabili alla crescita anche sul piano educativo.

  • Classi prime: i trasferimenti da Istituti con diverso piano di studi (es. trasferimento da un Liceo Classico al Liceo delle Scienze Umane – opz. Economico Sociale) sono ammessi nel corso dell’anno (previo rilascio “Nulla osta” dalla Scuola di provenienza), entro il primo periodo (prima dello Scrutinio di Gennaio) o in tempi ragionevoli e valutabili dal Consiglio di classe. In tali situazioni vi è la convocazione straordinaria del Consiglio della classe di nuovo inserimento, al fine di condividere con i Docenti tutte le informazioni necessarie, preparare un percorso di accoglienza e valutare la necessità o meno di un piano didattico individualizzato (azioni di sostegno e di supporto, necessità di recupero di discipline non previste nel piano di studi di provenienza o parti di programma delle stesse, oltre a quelle dell’autonomia didattica).
    Inserimento dello studente nella nuova classe e avvio delle attività didattiche specifiche.

  • A conclusione del primo anno: il passaggio da un indirizzo di studi ad un altro, prevede un COLLOQUIO per coloro che, avendo ottenuto la promozione alla classe seconda, decidano di cambiare l’indirizzo di studi. Il Colloquio, precedente l’inizio delle lezioni, consiste nell’accertamento delle conoscenze disciplinari della classe prima del nuovo corso di studi. Le carenze eventualmente riscontrate, oltre a quelle nelle materie previste dall’autonomia didattica, saranno oggetto di iniziative di sostegno e recupero durante il successivo anno scolastico.  

  • Nelle classi successive alla prima:

I trasferimenti da Istituti con stesso piano di studi sono ammessi nel corso dell’anno (previo rilascio “Nulla osta” dalla Scuola di provenienza), entro il primo periodo (prima dello Scrutinio di Gennaio) o in tempi ragionevoli e valutabili dal Consiglio di classe. In tali situazioni vi è la convocazione straordinaria del Consiglio della classe di nuovo inserimento, al fine di condividere con i Docenti tutte le informazioni necessarie, preparare un percorso di accoglienza e valutare la necessità o meno di un piano didattico individualizzato (azioni di sostegno e di recupero delle discipline dell’autonomia didattica).
Inserimento dello studente nella nuova classe e avvio delle attività didattiche specifiche.

  • I trasferimenti con diverso piano di studi non sono ammessi durante l’anno scolastico e saranno pertanto possibili solo a fine anno, dopo gli Scrutini finali di giugno o di fine agosto (nel caso di una sospensione del giudizio a Giugno in una o più discipline). In tal caso il trasferimento al Nostro Istituto, prevede (per l’inserimento nell’anno di corso successivo) il superamento di ESAMI INTEGRATIVI riguardanti le discipline non studiate nella scuola di provenienza o le parti di programma non svolte. Per le materie dell’autonomia non sono previsti Esami Integrativi, ma un recupero in corso d’anno con attività di sostegno ed integrative. Solamente in alcuni casi, provenienza dell’alunno da Liceo delle Scienze Umane o da Liceo delle Scienze Umane opz. Economico Sociale con Seconda Lingua straniera diversa, il Consiglio di Classe può stabilire, al fine di prevenire e contrastare fenomeni di dispersione scolastica, di consentire il trasferimento in corso d’anno, considerando appunto l’affinità dei percorsi di studi sopra citati, con quello dell’Istituto. (previo rilascio “Nulla osta” dalla Scuola di provenienza), entro il primo periodo (prima dello Scrutinio di Gennaio) o in tempi ragionevoli e valutabili dal Consiglio di classe.

Coloro che dovranno sostenere il Colloquio o l’Esame Integrativo seguiranno la seguente procedura:
 
1) Studenti promossi nello Scrutinio di Giugno:

- presentare la domanda di iscrizione, allegando il “Nulla osta” della Scuola di provenienza;
- presentare i programmi delle varie discipline svolti nella classe, chiedendoli alla Scuola di provenienza.

2) Studenti con “Giudizio sospeso”:

-  presentare la “domanda di iscrizione con riserva”;
- autocertificare il percorso di studi di provenienza;
- presentare il “Nulla osta” immediatamente dopo aver superato la sospensione del giudizio e quindi ottenuto la promozione.

I programmi ed il piano studi di provenienza saranno esaminati e valutati, in via preliminare, dalla Coordinatrice Didattica che individuerà, sulla base delle differenze fra il curricolo della Scuola di provenienza e quello del Liceo delle Scienze Umane - opz. Economico Sociale, le discipline, o parti di esse, su cui lo studente sosterrà il Colloquio o l’Esame Integrativo. In seguito, il rispettivo Consiglio di classe in merito ai Colloqui e le Commissioni per gli Esami Integrativi (in sede di Riunione Preliminare) confermeranno quanto stabilito indicativamente in prima battuta dalla Coordinatrice Didattica.
Gli studenti che sosterranno gli Esami Integrativi, dovranno ritirare presso la Segreteria di questo Istituto i programmi svolti nel corrente anno scolastico relativi alle discipline da preparare.
Ai primi di Settembre, verranno affisse all’Albo, le discipline su cui verteranno gli Esami Integrativi (precedentemente comunicate agli interessati, in linea di massima, dalla Coordinatrice Didattica)  e il Calendario dell’espletazione degli stessi.